Il rispetto per la donna passa anche attraverso il riconoscimento del suo talento e del suo impegno professionale. Ecco perché, per dare un senso alla festa dell’8 marzo, abbiamo scelto di raccontare 6 donne che si stanno facendo notare sulla scena del design. Un focus tutto al femminile attraverso progetti e personalità diverse tutte accomunate dalla capacità di interpretare il contemporaneo e trasformarlo in progetto.

Nika Zupanc

Stay chair for Sé

Nika Zupanc si distingue per la sua estetica glamour e femminile, autonoma rispetto alle tendenze dominanti. Sarà perché proviene dall’Accademia di Belle Arti di Lubiana, dove si è diplomata nel 2000, ma anche perché nei suoi progetti, cerca sempre di portare l’artigianato sloveno: la sua terra conferisce alle sue creazioni un sapore diverso da tutti gli altri e gli arredi che firma per molte aziende prestigiose di settore si fanno notare proprio perché non somigliano a nient’altro. Nell’immagine la collezione di poltroncine da pranzo in velluto Stay  per , con la struttura in acciaio verniciato a polvere dalla sagoma tondeggiante di ispirazione anni ’20. Essenziale e frizzante al tempo stesso.

Chiara Andreatti

Suzenne by Gebrüder Thonet Vienna

39 anni, nata a Castelfranco Veneto, Chiara Andreatti si è formata a Milano dove ha collaborato con diversi studi di progettazione di prestigio prima di spiccare il volo come designer. Il suo talento è stato sancito anche con il conferimento del IF Design Award, nel 2019, per la poltroncina Loïe realizzata per Gebrüder Thonet Vienna. Il suo stile è fresco ma lascia trasparire la competenza e la padronanza della materia, nonché la conoscenza della storia del design e della cultura architettonica. Nell’immagine la poltroncina Suzenne, disegnata nel 2019 per Gebrüder Thonet Vienna : una rievocazione appassionata dello stile dell’azienda e della sua tipica curvatura del legno di faggio, il tutto è reso più confortevole dai cuscini imbottiti e avvolgenti.

Stine Gam

Traveller by Stine Gam

È la componente femminile della coppia GamFratesi , accanto a Enrico Fratesi con cui dirige lo studio con sede a Copenaghen. Il suo stile incarna l’estetica contemporanea danese, sia nelle linee essenziali, sia nei colori neutri che ricordano le sfumature dei cieli del Nord. Nell’immagine, il daybed Traveller  realizzato per  Porro  e caratterizzato dalla struttura a cavalletto e dai due schienali rivestiti in cuoio a effetto “sella”. Su ciascun lato è posto un cuscino, a voler sottolineare l’invito a condividere il daybed per una conversazione intima.

Front

Si chiamano Anna Lindgren e Sofia Lagerkvist le due fondatrici di Front, lo studio con sede a Stoccolma, tra i più gettonati del momento. Vibrante, sperimentale, innovativo, il loro stile è frutto di un dialogo continuo, del confronto che caratterizza la pianificazione di ogni loro progetto. Il tappeto Walking On Clouds  (in copertina) disegnato per Moooi Carpets  è rappresentativo della loro creatività innovativa e immaginifica: è un collage di nuvole i cui disegni sono tratti da fonti diverse e di diversa epoca. Un concept artistico alla base di un prodotto industriale, e il risultato è speciale.

Laura Pessoni

Null Vector by Artemide

Nata nel 1983, Laura Pessoni si è laureate al Politecnico di Milano e si è specializzata, nel corso della sua esperienza professionale, in design dell’illuminazione. È cresciuta, in particolare, al fianco di Carlotta De Bevilacqua, all’interno di Artemide , per il quale ha firmato molti progetti di successo. Nell’immagine, la lampada Null Vector , nella versione sospesa. Disegnata da Pessoni con De Bevilacqua è caratterizzata da una struttura conica in alluminio forato, satinato e texturizzato. Un piccolo gioiello di illuminazione.

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle ultime tendenze del mondo del design.

Possiamo aiutarti? Il nostro servizio di progettazione è a tua disposizione per aiutarti ad arredare casa con uno stile unico: il tuo. Contattaci via mail a hello@mohd.it o telefonando al numero +39.090.6258945.