Più che un’icona del design il Radiofonografo  è un vero e proprio oggetto di culto, un tributo alla manifattura e al design italiano, un oggetto narrante che restituisce un’immagine dirompente del senso più profondo del made in Italy. Un elemento di fortissimo carattere che si fa notare nell’ambiente in cui è inserito, uno stereo che racchiude radio e giradischi, per un’esperienza d’ascolto che ci riporta indietro nel tempo, ma forse sarebbe meglio dire che ci proietta in una dimensione che non teme lo scorrere del tempo. In più, gli ingressi RCA lo trasformano in amplificatore per ascoltare fonti di suono esterne.

Radiofonografo by Brionvega

“Gli oggetti devono fare compagnia” diceva Achille Castiglioni che insieme al fratello Pier Giacomo ha disegnato il Radiofonografo per Brionvega  nel 1965, e questa sua idea si esprime al massimo in questo prodotto, con il suo aspetto antropomorfo e familiare che ricorda un viso e la possibilità di interagire con esso: le manopole e i tasti che controllano l’audio sembrano occhi con tanto di sopracciglia, naso e bocca, le casse laterali sembrano due orecchie.

Radiofonografo by Achille and Pier Giacomo Castiglioni for Brionvega

Il Radiofonografo doveva offrire un audio stereofonico, assicurato dai due altoparlanti staccati che possono essere configurati in varie combinazioni, perché possono essere spostati in posizioni diverse. Possono essere staccate e poste altrove per diffondere al meglio il suono, possono essere collocate sulla parte superiore per un ingombro laterale minimo, oppure agganciate ai fianchi per ascoltare i vinili. La mobilità è data anche dalle rotelle poste alla base del piedistallo centrale in alluminio.

Radiofonografo by Brionvega details

La produzione del Radiofonografo è eseguita in modo artigianale dalle mani sapienti di Brionvega che assembla uno alla volta i pannelli di legno, e gli altri elementi tecnici che lo compongono, a formare un ensemble unico di artigianato, industria, tecnologia e creatività.

Radiofonografo by Brionvega making

È l’esperienza dell’ascolto musicale in una modalità che coinvolge tutti i sensi, proprio grazie all’interazione con lo stereo. Una modalità che negli ultimi anni abbiamo messo da parte, inseguendo un’esperienza d’ascolto che smaterializza la fonte, rendendola ibrida o addirittura invisibile. Del resto l’azienda Brionvega esplodeva negli anni ’60, in cui la musica era un ponte con il mondo e la radio ne era il racconto. La fonte del suono, dunque, torna protagonista grazie alla firma geniale dei fratelli Castiglioni che hanno saputo creare con grande lungimiranza e coraggio quasi irriverente, un oggetto di culto e da collezione. Non a caso, il Radiofonografo è nella top ten del design shop del Moma di New York.

Anche la scelta cromatica è una dichiarazione dell’intento di differenziarsi da tutti gli altri dispositivi di ascolto: bianco, rosso oppure blu, per integrarsi con diversi tipi di ambiente, ma sempre facendosi notare.

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime tendenze del design e i consigli per arredare dei nostri esperti e per non perdere le nostre esclusive promozioni riservate!

Possiamo aiutarti? Il nostro servizio di progettazione è a tua disposizione per aiutarti ad arredare la casa con un unico stile: il tuo. Contattaci via mail a [email protected] o telefonando al numero +39.090.6258945.