“Quando la usi, capisci che sei seduto su una sedia Fritz Hansen . Se la osservi, sai con certezza che il design è giapponese”. È così che Oki Sato, fondatore (e anima) dello studio Nendo , descrive la sua sedia N01 . Un arredo essenziale, nato dalla fusione tra estetica danese e purezza stilistica giapponese, che mette al centro il legno e la sua lavorazione artigianale. Realizzata come un puzzle composto da ventitré tessere di legno massello e impiallacciato, la sedia N01 punta su una forma essenziale, un design lineare e un carattere versatile.

N01 chair by Fritz Hansen

Eppure, nonostante l’estetica elementare, la costruzione della struttura di N01 è stata una vera sfida, come conferma lo stesso Nendo. “Una sedia in legno non è un prodotto semplice da realizzare per un designer. Anzi, si tratta di una delle sfide più difficili”, ammette il progettista giapponese. “Il brief consisteva nel progettare una nuova sedia in legno adatta per la sala da pranzo, comoda e che rispettasse i requisiti estetici dell'azienda, e il nostro obiettivo era quello di realizzare una sedia contemporanea che conservasse l’identità del brand”. Da qui l'idea e il risultato: una sedia dal look minimal con una struttura concepita secondo i dettami del perfezionismo giapponese, con seduta e schienale realizzati in legno multistrato sovrapponendo ben nove fogli, caratteristica di molte sedute del catalogo Republic of Fritz Hansen. Senza dimenticare l’incastro tra scocca e braccioli, progettato e realizzato in modo da evitare il più possibile la vista di elementi di giuntura.

N01 chair by Nendo

N01 chair by Nendo working

Una sfida difficile ma che ha regalato grandi soddisfazioni sia al designer che al marchio danese, da sempre abituato a collaborare con creativi di tutto il mondo. “L'intera esperienza è stata davvero unica”, racconta Nendo sottolineando come il progetto sia nato da importanti momenti di confronto e collaborazione. “Ogni volta che visitavamo il laboratorio di Allerød alle porte di Copenaghen, un nuovo prototipo era lì ad aspettarci. Abbiamo rimesso in discussione e riesaminato ogni singola modifica ricontrollando più volte ogni singolo dettaglio. Soprattutto nella fase finale, quando si è trattato di essere certi della resistenza e del comfort auspicati, non siamo scesi a compromessi”. A fare da collante tra le parti, la creatività, un grande know how e anche la scelta del materiale protagonista. “Il design giapponese e quello danese rispettano molto il legno, sia in quanto materiale sia come processi di lavorazione”, conclude Nendo. “Abbiamo comunicato e parlato la stessa lingua proprio grazie a questo elemento in comune, nonostante la distanza o le differenze culturali. Per ultimo, ma di certo non per ordine di importanza, bisogna dire un'altra cosa: la sedia N01 è soprattutto funzione, cui il design si è adattato, e non viceversa”.

N01 chair by Fritz Hansen details

Articolo scritto per Mohd da Ilenia Carlesimo, giornalista collaboratrice de La Repubblica.


Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle ultime tendenze del mondo del design.

Possiamo aiutarti? Il nostro servizio di progettazione è a tua disposizione per aiutarti ad arredare casa con uno stile unico: il tuo. Contattaci via mail a hello@mohd.it o telefonando al numero +39.090.6258945.