Si è conclusa lo scorso 19 gennaio l’edizione 2020 di IMM Cologne, la fiera tedesca dedicata all’industria dell’arredo e del complemento, strategicamente programmata all’inizio dell’anno. È infatti il primo grande evento nel calendario fieristico del design e forse anche per questo sempre più aziende decidono non solo di partecipare ma anche di presentare in questa occasione le novità progettuali (o parte delle novità) dell’anno, in anticipo anche rispetto al Salone del mobile di Milano. Questa edizione si è conclusa con un incremento di visitatori ed espositori che consolida l’identità della fiera, punto di riferimento soprattutto per i paesi dell’Europa centrale e del nord, ma oggetto di interesse crescente anche da parte di Russia e Cina. Tra le aziende che hanno colto l’occasione per presentare in anteprima le novità, ne abbiamo selezionate alcune, le cui nuove collezioni (o ampliamenti di collezioni) si preparano a lasciare il segno.

1. Cassina Goes Outdoor

Cassina Goes Outdoor by Cassina

Punto di riferimento internazionale per la qualità, la ricerca e l’innovazione estetica, Cassina  si è presentata al pubblico di IMM con un’importante novità: la sua prima collezione completa di arredi da esterno. Cassina interpreta puntualmente il cambiamento che l’outdoor sta attraversando in questo momento: giardini e terrazzi si vestono oggi di arredi pensati e realizzati con la stessa cura progettuale ed estetica degli arredi da interno, settore in cui l’azienda ha fatto scuola. Oltre alla versione outdoor della collezione LC di Le Corbusier  e della poltrona Doron Hotel disegnata per gli interni nel 1947 da Charlotte Perriand , Cassina ha affidato a tre designer d’eccellenza altrettante collezioni ideate per il living e dining outdoor: Rodolfo Dordoni , Philippe Starck  e Patricia Urquiola . Non solo imbottiti ma anche luci, tappeti, accessori. Filo conduttore delle collezioni è lo stile Cassina, quintessenza del gusto, caratterizzato qui, da colori selezionati ad arte e finiture accurate. Per citarne solo alcuni elementi: Rodolfo Dordoni si è lasciato ispirare dall’allure della villeggiatura degli anni ’50 per il divano da esterno Sail Out (in copertina) la cui superficie a fasce ricorda quella dei materassini gonfiabili in tela di un tempo. È invece un tributo alla natura la collezione Fenc-e Nature di Philippe Starck le cui sedute dalle forme organiche impiegano il SoloSoff®: a base di fibra di poliestere soffiata e memory foam. Patricia Urquiola completa l’ensemble con Trampoline (nell’immagine), un’esclusiva isola per il relax che rimanda ad atmosfere d’altrove.

2. Luca Nichetto per Rolf Benz

Liv by Rolf Benz

Non un divano ordinario ma un vero e proprio sistema, un concept che possa adattarsi a esigenze e spazi diversi: era questa la richiesta che l’azienda tedesca Rolf Benz  ha fatto a Luca Nichetto , e il designer italiano con studio a Stoccolma, ha risposto con Liv. Liv è il nome di sua figlia e in svedese significa “vita” proprio perché questo divano è stato immaginato come un invito a viverlo. Ed è una straordinaria armonia di ingegneria tedesca e design italiano, un arredo di solida qualità e confortevole bellezza.

3. Le colorazioni “hot” di CC-Tapis

Super Fake by CC-Tapis

Nuove colorazioni per la collezione Super Fake di Bethan Laura Wood per CC-Tapis : l’azienda franco-italiana, ha presentato a Colonia una nuova combinazione cromatica per la linea disegnata dalla poliedrica creativa inglese. La nuova palette è definita “hot” proprio perché è caratterizzata da toni caldi e vibranti, che danno vita a tappeti d’arte che arredano e decorano l’ambiente al pari di una scultura.

4. Il design scandinavo tra materiali naturali e colori neutri

Hyg by Normann Copenhaguen

Tonalità dense e raffinate, neutre, come vuole la tradizione scandinava, ma estremamente contemporanee e mai scontate, caratterizzano le novità presentate dalle aziende scandinave in fiera. Normann Copenhagen  introduce Hyg , la sedia disegnata da Simon Legald  con struttura in acciaio e seduta imbottita, essenziale ed equilibrata.

Post and Kink by Muuto

L’azienda finlandese Muuto  presenta due novità dello Studio Earnest: Post è una lampada da terra, agile e scultorea che grazie a un sistema di giunti magnetici consente di indirizzare e personalizzare l’illuminazione. Kink, invece, è un vaso dalle forme organiche, progettato sperimentando la manipolazione digitale delle forme: la tecnologia più avanzata e intangibile, da così origine a un oggetto che sembra appartenere alla natura.

Reverse by Menu

Ed è un ritorno alla natura anche la lampada Reverse di Aleksandar Lazic per Menu  con la scultorea base conica in travertino, e il paralume in bronzo curvato che indirizza la luce lungo le scanalature naturali del marmo. Una scultura di pietra e luce, esempio di pura bellezza. 

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle ultime tendenze del mondo del design.

Possiamo aiutarti? Il nostro servizio di progettazione è a tua disposizione per aiutarti ad arredare casa con uno stile unico: il tuo. Contattaci via mail a hello@mohd.it o telefonando al numero +39.090.6258945.