Please wait while we connect you to the right store

Benvenuto su Mohd. Spediamo in tutto il mondo. Conferma o seleziona il tuo paese.
Caricamento...

Bonus mobili 2022: cos’è, come funziona e chi può beneficiarne

 

Bonus Mobili 2022

ll Bonus mobili ed elettrodomestici è una detrazione Irpef per l'acquisto di mobili nuovi e di grandi elettrodomestici destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione edilizia.

Rientrano nella categoria mobili: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione.
Rientrano fra i grandi elettrodomestici: grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica non inferiore classe A per i forni, alla classe E per le lavatrici, le lavasciuga, asciugatrici e le lavastoviglie, alla classe F per i frigoriferi e i congelatori, per le apparecchiature per le quali sia prevista l'etichetta energetica. Qui, per maggiori informazioni.

Può richiedere l'agevolazione solo chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio dell'anno precedente a quello dell'acquisto dei beni; questa spetta entro il 31 dicembre 2024.

La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro euro per l'anno 2022 e a 5.000 euro euro per gli anni 2023 e 2024.
Per il 2021 il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione era pari a 16.000 euro. Nell'importo delle spese possono essere comprese anche eventuali spese di trasporto e di montaggio, purché il pagamento venga effettuato con bonifico ordinario, carta di credito o debito. Qui, per maggiori informazioni.

Il requisito più importante per beneficiare della detrazione è che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. La data di avvio potrà essere provata dalle eventuali abilitazioni amministrative o comunicazioni richieste dalle norme edilizie, dalla comunicazione preventiva all'Asl (indicante la data di inizio dei lavori), se obbligatoria, oppure, per lavori per i quali non siano necessarie comunicazioni, è necessaria solo una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà , come prescritto dal provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate del 2 novembre 2011. - pdf

È possibile usufruire della detrazione anche se i beni sono stati acquistati con un finanziamento a rate, a condizione che la società che eroga il finanziamento paghi il corrispettivo con le stesse modalità prima indicate e il contribuente abbia una copia della ricevuta del pagamento.

I documenti da conservare sono:
• l’attestazione del pagamento (ricevuta del bonifico, ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente);
• le fatture di acquisto dei beni, riportanti la natura, la qualità e la quantità dei beni e dei servizi acquisiti.

Il nostro servizio clienti è a Vostra disposizione per ogni chiarimento sulle modalità per usufruire del bonus.

ATTENZIONE è necessario comunicare all’Enea gli acquisti di alcuni elettrodomestici per i quali si può usufruire del bonus (forni, frigoriferi, lavastoviglie, piani cottura elettrici, lavasciuga, lavatrici, asciugatrici). Tutte le informazioni sull’invio della comunicazione sono disponibili sul sito dell’Enea, alla pagina https://www.efficienzaenergetica.enea.it/detrazioni-fiscali.html

Per saperne di più

Se vuoi conoscere nel dettaglio i passi da seguire per richiedere l’agevolazione leggi la scheda informativa dell’Agenzia delle Entrate.